Orario di apertura:
da lunedì a venerdì
8.00 - 12.30 e 14.00 - 18.00

Esperienza, professionalità e flessibilità a servizio dei nostri clienti

Ultime News

Novità introdotte dal Decreto Dignità


È stato pubblicato il 13 luglio in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 12 luglio 2018, n. 87, cd. Decreto Dignità, che introduce alcune novità in matteria contrattualistica e fiscale che quindi entrano in vigore dal 14 luglio 2018.

Sono comunque previste ulteriori modifiche in fase di conversione in Legge in alcuni settori, come ad esempio i voucher, e saranno molto probabilmente introdotti anche nuovi sgravi contributivi per le assunzioni o le stabilizzazioni a tempo indeterminato.

 Novità sul contratto a termine

Il Dl dignità in materia dei contratti di lavoro a termine prevede una durata massima di 12 mesi per un contratto stipulato senza causale specifica (ovvero la motivazione tecnica specificatamente prevista dalla legge che induce a stipulare un rapporto a termine); oppure una durata massima di 24 mesi se viene prevista da subito la causale. È stato inoltre diminuito il numero delle proroghe (da 5 a 4) e la durata massima complessiva del rapporto con contratto a termine (da 36 mesi a 24 mesi).

Al contratto di somministrazione a tempo determinato si applicano le stesse norme specificate sopra per il contratto a termine.

Semplificazione fiscale

In tema di semplificazione il decreto dignità introduce: le misure di revisione del redditometro; rinvio della scadenza per l’invio dei dati dello spesometro (i dati di fatturazione relativi al terzo trimestre del 2018 slittano a 28 febbraio 2019); e l’abolizione dello split payment per i professionisti. Quindi, tutti i professionisti che devono fatturare alla pubblica amministrazione dal 14 luglio 2018 non sono più soggetti al meccanismo di split payment.

Ludopatia

Il dl Dignità ha introdotto anche le norme di contrasto alla ludopatia. E’ previsto infatti il divieto di qualsiasi forma di pubblicità, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro. Si fa esclusione dei giochi con estrazione differita a lungo termine, come ad esempio la lotteria Italia.

In allegato al presente articolo si propone il testo integrale del Decreto Legge.

14/07/2018